Dopo la vittoria su Verona ha parlato in conferenza stampa coach Sergio Scariolo: “Verona è stata attaccata alla partita, hanno giocatori atipici soprattutto i lunghi che possono correre e tirare. Abbiamo fatto un grande lavoro su Anderson. Faccio i complimenti a Bortolani, giocatore superiore per la velocità con cui tira e a Ramagli per la partita che Verona ha giocato, con spirito ed energia. Noi siamo contenti per come hanno giocato alcuni giocatori, abbiamo perso troppi palloni ma abbiamo controllato bene i rimbalzi. Sono contento per Mickey che ha giocato una partita di qualità che speriamo possa servirgli per riprendere fiducia. Dobbiamo essere capaci di difendere dopo aver attaccato, dobbiamo mentalizzarci su questo aspetto perché ci permetterà di mantenere determinate scelte in campionato, viceversa se non sarà così dovremo arrangiarci in maniera diversa. Il turnover? L’infortunio di Ojeleye è una coincidenza sfortunatissima per il tipo di giocatore che è, considerando che è uno dei pilastri su cui la squadra è costruita. Jaiteh è stato male ieri, oggi era in condizioni decenti e abbiamo preferito farlo riposare. Il turnover non è una cosa che piace agli allenatori, la nostra stagione è stata massacrata dagli infortuni sin dall’inizio, in più abbiamo giocatori di un’età per la quale se giocano una partita ogni 2-3 giorni entrano in una zona di alto rischio di infortunio oltre che in una zona in cui cala il rendimento. Forse un paio di volte abbiamo fatto un turnover tecnico ma faccio fatica a ricordarmelo: bisogna saper gestire le cose, con un rapporto molto schietto con lo staff medico e direttamente con i giocatori che hanno le loro sensazioni. Il rientro di Abass? Una buona notizia, per adesso dal punto di vista umano: è un ragazzo che ha un grande cuore e ha avuto grandissima serietà nel lavoro di recupero, esemplare. Ci vorrà un po’ per farlo rientrare nel ritmo partita e per farlo rientrare nel sistema di gioco. Spero che possa sorprenderci ma non ci aspettiamo che possa essere sicuramente un fattore. Per il momento di accontentiamo del fatto che sia sano perché significa che può fare passi in avanti importanti. Con le assenze di Ojeleye e Lundberg speriamo che gli altri possano fare passi in avanti non solo per la produzione dei punti ma in generale: abbiamo un bisogno speciale di tutti.”

(Foto e dichiarazioni da virtus.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: