Le parole di Luca Dalmonte, alla vigilia della trasferta a Ferrara.

“Sarà una partita complicata. Ferrara ha due lunghi anomali nelle rotazioni, poco interni e molto perimetrali, e per questo servirà una lettura differente del piano partita, e capacità di reagire nell’immediato. Poi attenzione sugli spazi degli uno contro uno degli esterni, e le collaborazioni a due quando verranno coinvolti anche i lunghi. In attacco dovremo leggere le loro scelte difensive e da lì creare vantaggi”

Si gioca in trasferta. “Dovremo nelle nostre teste creare una roccaforte in movimento, anche viaggiando”

Infermeria? “Nella norma. E’ una settimana con tre partite, quindi vanno gestiti gli acciacchi come ad esempio quello di Aradori. Rientrerà Davis, ma tutti noi dovremo porre su di lui le aspettative corrette, fare cose semplici e facili per riprendere il ritmo dopo 5 settimane. Non è un elemento meccanico da reinserire in una macchina, ma una persona che ha perso la condizione ottimale. E tutti noi saremo pronti a dargli una mano”.

(Fonte bolognabasket.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: