La squadra mobile ha eseguito un fermo di indiziato di delitto emesso dalla procura della repubblica di bologna, nei confronti di un cittadino marocchino b.h.n. di anni 31 ritenuto responsabile del tentato omicidio avvenuto il pomeriggio di domenica in via del guasto ai danni di un cittadino algerino di anni 34.

La serrata indagine condotta dagli uomini e dalle donne della polizia di stato ha preso avvio a seguito di una segnalazione pervenuta alla centrale operativa verso le ore 17.00 che aveva soccorso un cittadino tunisino colpito da numerose coltellate all’addome.  La situazione e’ risultata subito grave tanto che l’uomo e’  stato immediatamente trasportato presso l’ospedale  maggiore in prognosi riservata. da quel momento e’ cominciata da parte della squadra mobile di bologna la caccia al responsabile del grave delitto, avvenuto in pieno centro cittadino, durante la prima giornata d’estate, in un orario in cui la zona e’ di solito frequentata.

Purtroppo la ricerca di testimoni si e’ resa sin da subito difficoltosa e soltanto l’aiuto di due giovani che non avevano assistito alla violenta scena ma che avevano incrociato l’aggressore in fuga ha consentito di acquisire le prime importanti informazioni sul suo abbigliamento, sulle sue caratteristiche fisiche sulla direzione di fuga.

La visione delle immagini, preziosissima per dare un volto al responsabile ha permesso anche di rintracciarlo nel giro pochissimo tempo. gli elementi raccolti nel corso della serrata indagine nata da un episodio che poteva allarmare un normale pomeriggio di inizio estate ha permesso di alla autorita’ giudiziaria di emettere il provvedimento restrittivo, che e’ stato eseguito nel corso della serata di ieri, nei confronti del responsabile del grave fatto di reato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: