I Carabinieri della Stazione di Pieve di Cento (BO), durante i servizi di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, hanno denunciato un ventisettenne italiano per atti osceni. E’ successo ieri pomeriggio, quando la Centrale Operativa del 112 della Compagnia Carabinieri di San Giovanni in Persiceto (BO), è stata informata che un ragazzo nudo si stava aggirando all’interno del parco pubblico “Isola che Non C’è” di Via Salvador Allende a Pieve di Cento (BO), non lontano dai giochi per i bambini. Appresa la notizia, i Carabinieri della Stazione di Pieve di Cento (BO) sono entrati nel parco e hanno trovato il ventisettenne, seminudo e in piedi su un telo da mare steso per terra. Alla vista dei militari, il giovane, che si trovava in compagnia di un amico, si è tolto anche gli slip sostenendo che voleva purificarsi come mamma lo aveva fatto, per ripulire la sporcizia del parco lasciata dagli altri. Invitato a rivestirsi, il giovane è stato denunciato e allontanato dal parco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: