I Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale di Bologna hanno arrestato un trentaseienne bolognese, senza fissa dimora e disoccupato, per resistenza a un pubblico ufficiale, danneggiamento aggravato e lesioni personali. E’ successo ieri mattina, quando la Centrale Operativa del Comando Provinciale Carabinieri di Bologna ha ricevuto la telefonata di un operaio di una ditta specializzata nel settore delle demolizioni che riferiva di avere problemi con un clochard che non si voleva allontanare dal cantiere installato in una struttura di via Larga che stava per essere demolita. All’arrivo dei Carabinieri, il clochard, invece di abbandonare l’area, ha improvvisamente aggredito i militari, prendendo anche a calci l’autoradio di servizio. I Carabinieri sono stati costretti a utilizzare lo spray urticante al peperoncino per bloccarlo definitivamente e arrestarlo. Tre militari sono stati medicati presso il Pronto Soccorso e dimessi con prognosi comprese tra i 7 e i 10 giorni. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, il trentaseienne, gravato da numerosi precedenti di polizia, è stato trattenuto in camera di sicurezza, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto che si è conclusa questa mattina con l’imposizione del divieto di dimora nella Città Metropolitana di Bologna, nei confronti del soggetto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: