Il Comune di Bologna ha iniziato a erogare i primi buoni spesa dematerializzati alle persone in difficoltà economica a causa dell’emergenza coronavirus, che hanno richiesto la misura di sostegno per l’acquisto di generi alimentari e prodotti di prima necessità per l’igiene personale e della casa. Nel frattempo è stato composto il primo elenco dei supermercati e negozi dove il buono spesa, valido fino al 31 luglio 2020, si può utilizzare: si tratta di 65 attività che coprono tutto il territorio cittadino e che hanno attivato la convenzione con Day Ristoservice, la società di servizi che affianca il Comune di Bologna nell’erogazione dei buoni spesa. L’elenco è aperto e in continuo aggiornamento: tutti gli operatori economici che si trovano nel territorio del Comune e sono abilitati al commercio al dettaglio di generi alimentari e altri beni essenziali, e che non risultano tra i convenzionati con DAY, possono chiedere l’inserimento nell’elenco aperto inviando una richiesta, con le informazioni contenute nell’avviso pubblico, alla mail buonispesa@day.it.

Ecco l’elenco delle attività commerciali e un fac simile del buono spesa: i buoni possono essere di sei valori diversi, da 150 a 600 euro, a seconda del numero dei componenti del nucleo familiare del beneficiario, e sono divisi in tagli da 25 euro.

Tutte le informazioni sui buoni spesa e l’elenco delle attività dove si possono utilizzare sono disponibili su Iperbole, il sito del Comune di Bologna, a questo link: http://www.comune.bologna.it/news/coronavirus-buoni-spesa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: