I Carabinieri della Stazione di Crevalcore (BO) hanno arrestato un 32enne italiano per accesso abusivo a un sistema informatico o telematico, frode informaticaeproduzione, traffico e detenzione illeciti di sostanze stupefacenti o psicotrope. L’arresto è stato eseguito durante una perquisizione domiciliare delegata dalla Procura della Repubblica di Bologna a seguito di un’indagine dei Carabinieri della Stazione di Crevalcore che avevano sviluppato per risalire all’autore di una frode informatica commessa ai danni di un cittadino di Crevalcore (BO), titolare di un account per fare acquisti su internet. In particolare, la vittima si era accorta che un altro utente, dopo avergli rubato la password per entrare nel sistema online, aveva acquistato alcuni prodotti per la coltivazione della marijuana. Nonostante l’astuzia per impossessarsi dei dati di accesso e usarli per fare acquisti a spese della vittima, il malvivente non era riuscito a nascondere l’indirizzo di spedizione, corrispondente all’abitazione dove i Carabinieri si sono presentati per dare luogo alla perquisizione. Questa ha consentito ai militari di trovare 3 kg di marijuana di cui, una parte, congelata e nascosta sotto le trote salmonate e le cime di rapa che gli anziani genitori del 32enne conservavano nel freezer a pozzetto, ovviamente ignari dell’attività del figlio che è finito in manette. In attesa dell’udienza di convalida dell’arresto, il 32enne, arrestato con la collaborazione dei colleghi dell’Arma di San Giovanni in Persiceto (BO) e Maranello (MO), è stato tradotto in carcere, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: