Una Fortitudo che esalta se stessa ed il proprio pubblico regalandosi una grande vittoria contro Reggio Emilia per 86 a 69 e l’accesso alle Final Eight di Coppa Italia. All festa per i 50 anni della Fossa dei Leoni, si aggiungono le prestazioni di una squadra capace di rialzare la testa dopo le sconfitte nel derby e contro Trieste e stravincere contro la squadra allenata da Buscaglia grazie alle giocate di Sims e Aradori, ad un Fantinelli mastino difensivo e non solo, soprattutto a livello difensivo, oltre all’approccio di capitan Mancinelli. Onore alla squadra di Reggio Emilia capace di restare in partita sino al terzo quarto grazie a Odom, Owens e Mekel, autori di un’ottima partita. La Effe è tornata volare: obiettivo Final Eight centrato.

Le parole di Antimo Martino dopo la vittoria contro Reggio Emilia: “E’ stata una bellissisma serata, particolare per i nostri tifosi e sapevamo l’importanza della partita e questo piccolo peso positivo di non rovinare la festa. Sono contento perchè oggi possiamo fare un bilancio parziale di questa stagione super positivo: ogni punto conquistato è un punto che ha alle spalle lavoro, passione della società e della squadra. A volte di fronte a qualche sconfitta dispiace sentire lamentale e commenti negativi, ma sappiamo che fa parte del gioco e della nostra cultura. Non possono essere due partite a condizionare la squadra e giocatori: detto questo, il bilancio è positivo. Dobbiamo fare attenzione adesso al girone di ritorno, con un calendario fuori casa molto difficile. Lavoreremo per questo, per avere sempre tutti a disposizione, lavorando sulla qualità e sull’intensità degli allenamenti. Tornando alla partita contro Reggio, oggi c’è stata la voglia, energia, la tattica ma, soprattutto, è stato fondamentale l’approccio e la voglia di giocare insieme, facendo una partita solida e dando una spallata nel terzo quarto per poi portarla a casa”.

Le parole di coach Buscaglia dopo la partita: “Abbiamo ragionato bene ad inizio partita facendo le cose nostre; dovevamo essere più aggressivi in difesa, non nelle nostre corde, ma eravamo arrivati a giocarci la partita; i tiri di Leunen hanno creato primo break per la partita e dopo non abbiamo reagito come si deve.  Devo far reagire la squadra e devo trovare le risorse: avevamo falli da spendere ma siamo andati in confusione; a questo devo trovare una soluzione in questo momento. Complimenti a Bologna”.

(FOTO DI VALENTINO ORSINI/FORTITUDO PALLACANESTRO BOLOGNA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: