Durante le festività natalizie non sono stati allentati i controlli in materia di Certificazione verde Covid-19 del Comando Provinciale Carabinieri di Bologna.

I Carabinieri della Compagnia di Imola, nella giornata del 24 dicembre, hanno accertato e contestato alcune sanzioni amministrative a due titolari di ristoranti del comune di Dozza (BO). Nel primo caso veniva accertato che il titolare espletava l’attività lavorativa con green pass scaduto di validità; nel secondo, invece, il titolare veniva sanzionato poiché consentiva ad oltre quindici avventori di ballare in modo ravvicinato all’interno del locale senza indossare la mascherina.

Nel comune di Castel del Rio (BO) il titolare di una macelleria veniva sorpreso nel suo negozio senza certificazione verde Covid-19.

I Carabinieri della Compagnia di San Lazzaro di Savena (BO), durante la giornata della vigilia, hanno effettuato, nei comuni di Castenaso e Pianoro, numerosi controlli alla circolazione stradale, procedendo al controllo di 30 veicoli e 40 persone.L’attività di controllo è proseguita da parte della Compagnia Carabinieri di Vergato (BO), i quali hanno deferito in stato di libertà, due italiani, rispettivamente di 29 e 56 anni per guida in stato d’ebbrezza. Il primo veniva controllato sulla via nazionale nord nel comune di Castiglione dei Pepoli (BO), mentre il secondo a seguito di sinistro stradale (perdeva il controllo del mezzo uscendo fuori strada).

I Carabinieri della Compagnia di Bologna Centro, nel corso dei servizi cd. “strade sicure” posti in essere congiuntamente ai militari dell’Esercito, nello specifico del 121 Reggimento Artiglieria di “Ravenna”, hanno deferivano in stato di libertà una cittadina marocchina di anni 24, poiché controllata nel quartiere Bolognina e sorpresa inottemperante al provvedimento del foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno nel comune di Bologna emesso dalla locale Questura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: