Si stava preparando alla “Fase 2” dell’emergenza legata al coronavirus con un carico di droghe psichedeliche, ma è stato intercettato e arrestato dal Nucleo Operativo Radiomobile Carabinieri della Compagnia di San Giovanni in Persiceto (BO). E’ successo ad Argelato (BO), dove un trentacinquenne italiano è finito in manette durante un’operazione antidroga dei Carabinieri che stavano indagando su un traffico di droghe psichedeliche destinate ai più giovani, probabilmente per festeggiare la fine delle misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e l’inizio della cosiddetta “Fase 2”. Fortunatamente i Carabinieri sono riusciti a intercettare il carico di droga all’interno di un astuccio con stampata la bandiera del Regno Unito che il trentacinquenne custodiva nella sua abitazione di Argelato (BO). Dal punto di vista quantitativo, la droga rinvenuta, non è eccessivamente pesante (una cinquantina di grammi circa in totale) ma dal punto di vista qualitativo, invece, i militari di San Giovanni in Persiceto (BO), coadiuvati dal Nucleo Cinofili Carabinieri di Bologna, hanno fatto una scoperta importante, trovando sostanze stupefacenti pericolosissime, come i 58 mattoncini di estasi, con impressa la scritta “NASA” e, l’aspetto più preoccupante, i 41 francobolli di LSD (dietilamide dell’acido lisergico), una rarità nel mondo della droga per via della sua potentissima azione allucinogena. In passato, ma anche di recente, si sono verificati suicidi di giovani che dopo aver assunto LSD, si erano buttati nel vuoto, (dai ponti o dai tetti dei palazzi) perché erano convinti di volare. La sostanza stupefacente è stata sequestrata e il trentacinquenne è stato sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto, prevista in data odierna, in videoconferenza, presso gli uffici dei Carabinieri che hanno messo in atto l’operazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: