Minacciata in casa con un coltello e colpita in faccia con un pugno, cerca rifugio dai Carabinieri: arrestato tunisino per maltrattamenti in famiglia

Minacciata in casa con un coltello e colpita in faccia con un pugno, cerca rifugio dai Carabinieri: arrestato tunisino per maltrattamenti in famiglia

I Carabinieri della Stazione di Galliera (BO) hanno arrestato un trentanovenne tunisino per maltrattamenti in famiglia. E’ successo mercoledì pomeriggio, quando la Centrale Operativa della Compagnia Carabinieri di San Giovanni in Persiceto (BO) ha ricevuto la telefonata di una donna che invocava aiuto, dicendo che era uscita di corsa da casa per andare a rifugiarsi dai Carabinieri perché il compagno, dopo averla minacciata con un coltello, le aveva spaccato la faccia con un pugno. I Carabinieri della Stazione di Galliera sono andati in soccorso della donna che stava urlando e correndo verso la caserma. Da una prima ricostruzione dei fatti, è emerso che il trentanovenne aveva picchiato la sua compagna al culmine di una lite scaturita dal rifiuto della donna di continuare a farsi sottomettere da un compagno che, negli ultimi anni, le aveva tolto la libertà di fare qualsiasi cosa, umiliandola, picchiandola e costringendola a vivere in casa come un animale. Individuato dai Carabinieri, l’uomo è finito in manette e il coltello, rinvenuto all’interno dell’appartamento, è stato sequestrato. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, il tunisino è stato tradotto in carcere.

redazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: