I Carabinieri della Stazione di Bologna Navile (BO) hanno denunciato una ventina di extracomunitari (nigeriani, gambiani e tunisini di età compresa tra i 20 e i 40 anni) con precedenti di polizia, durante un blitz, scattato alle prime ore dell’alba per bonificare i locali dell’ex azienda Alstom, situati in via di Corticella a Bologna. Un’irruzione che si è resa necessaria e urgente per aumentare le condizioni igieniche, soprattutto in questo momento di emergenza sanitaria e garantire ai cittadini residenti in zona una qualità di vita migliore. Al momento del blitz, i Carabinieri della Stazione di Bologna Navile (BO), coadiuvati dai colleghi del V Reggimento Carabinieri Emilia Romagna e dagli Agenti della Polizia Municipale di Bologna, hanno trovato gli extracomunitari, tutti con precedenti di polizia, che stavano cucinando carne e riso all’interno di un pentolone sporco e arrugginito collocato al centro di uno dei locali, saturi da un fetore insopportabile e in gravissime condizioni igienico-sanitarie. Dopo aver sanificato l’area e denunciato gli occupanti per invasione di terreni o edifici, gli operanti hanno proseguito le attività di controllo del territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: