I Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia Bologna Borgo Panigale hanno arrestato un 38enne ravennate, disoccupato e con precedenti di polizia per droga, per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. E’ successo durante un servizio antidroga che i militari stavano effettuando alla Stazione di Bologna Centrale, un punto di riferimento per molti trafficanti di droga interessati a vendere i loro prodotti in città. Il 38enne è stato individuato dai Carabinieri, mentre si aggirava con fare sospetto sulla banchina ferroviaria del terzo binario, assieme a un giovane, identificato in un 25enne casertano e noto alle Forze di polizia per i suoi precedenti di polizia specifici in materia di droga. Sottoposto a una perquisizione personale, il 38enne, residente a Bologna, è stato trovato in possesso di: un paio di telefoni cellulari, due biglietti del treno per la tratta “Ravenna-Bologna” e un “panetto di eroina” di 537 grammi, nascosto negli slip. La sostanza stupefacente, analizzata dai Carabinieri del Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti del Comando Provinciale di Bologna, è composta da monoacetilmorfina (stupefacente semi sintetico) ed eroina, con bassa percentuale di principio attivo, equivalente a circa 565 dosi. In sostanza, l’eroina sequestrata è stata mischiata con altre sostanze chimiche (pericolose per la salute umana), sicuramente per abbattere i costi di produzione e aumentare gli introiti. Altri 4 grammi di eroina sono stati trovati dai Carabinieri a casa del 25enne, anche lui residente a Bologna, che è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Su disposizione della Procura della Repubblica di Bologna, il 38enne, già sottoposto ai lavori di pubblica utilità presso una struttura sanitaria di Bologna – ordinanza del 13/05/2019 del Tribunale di Bologna – è stato tradotto in carcere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: