Un ragazzo di 17 anni di origini albanese, ospite di una struttura di accoglienza per minori non accompagnati, è stato deferito dai Carabinieri alla Procura della Repubblica presso il Tribunale per i Minorenni di Bologna, poiché ritenuto responsabile di porto abusivo di armi e lesioni personali aggravate, nei confronti di un altro ospite, anch’egli minorenne, della medesima struttura. Il fatto si è verificato nel pomeriggio di sabato, quando uno degli educatori della struttura, richiamato dalle urla che provenivano da un corridoio delle camerate, si è accorto che un ospite si stava pulendo del sangue che gli fuorusciva dalla mano sinistra che presentava una vistosa ferita da arma da taglio.

Secondo quanto ricostruito, la discussione tra i due ospiti era nata per l’uso del bagno. Il 17enne di origini albanese avrebbe preso a quel punto un coltello dalla sua stanza e si sarebbe scagliato contro il coetaneo. I Carabinieri, prontamente allertati, sono immediatamente giunti sul posto. I locali in uso al minore albanese sono stati sottoposti a perquisizione ma l’arma adoperata non è stata recuperata. Lo stesso minore ha riferito di trattarsi di un coltello molto piccolo e di esserne disfatto gettandolo nel WC. Il giovane egiziano è stato trasportato presso l’ospedale di Bazzano e dimesso con una prognosi di 12 giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: